Gaming

The Last of Us: “last” news

Dal gioco alla serie tv

Torna sulle bocche di tutti, il best seller della casa produttrice statunitense “Naughty Dog”: The Last of Us. Dopo il successo riscontrato con il primo capitolo nell’anno 2013 e successivamente con la versione remasterizzata per “Playstation 4” nel 2014, i direttori artistici della “Naughty Dog” ci hanno regalato un sequel mozzafiato, uscito sempre in esclusiva per “Playstation 4”: The Last of Us PART II. Dopo 6 anni di lunga attesa il gioco è stato finalmente rilasciato e subito apprezzato dalla community PS4.

Il gioco si apre con la comparsa di Ellie, la tanto amata ragazzina che nel primo capitolo accompagnava Joel (il protagonista principale) in questo lungo viaggio verso una comunità di superstiti chiamata “Le Luci”. Eh sì perché, come ai nostri giorni, nel gioco siamo all’interno di una pandemia mondiale che ha sterminato quasi tutta la popolazione del pianeta e bisogna farsi strada tra zombie infetti per poter sopravvivere. Nel secondo capitolo, la situazione mondiale resta invariata, di fatti nel gioco ci saranno molti combattimenti adrenalinici con nuovi tipi di infetti non presenti nei capitoli precedenti.

Dopo la morte di Joel, avvenuta sotto gli occhi di Ellie, la ragazza inizia un viaggio all’insegna della vendetta contro l’assassina del compagno di avventure: Abby (della quale poi vestiremo i  panni), che spinta dalla voglia di vendicare il padre, rintraccia Joel per ucciderlo dato che era stato proprio lui a portarglielo via. Il gioco, una volta finito, ci fa capire che la vendetta non porta alcun guadagno e che nessuna delle due ragazze avrà soddisfazione nel provare questo sentimento.

Il gioco si completa all’incirca in 30 ore ma è così ben realizzato e schematico che sembra si impieghi meno tempo per completarlo. I comandi di gioco sono gli stessi del primo capitolo fatta eccezione per qualche cambio di meccanica nel crafting di nuove armi. Restano, in ogni caso, comandi semplici che riescono a coinvolgere chi già ha giocato a The Last of Us e chi si approccia a questo capolavoro per la prima volta. Un passo importante è anche quello della grafica che nel primo successo era già molto particolareggiata e sofisticata per essere un gioco del 2013, nel secondo abbiamo un miglioramento così fotorealistico che ha lasciato a bocca aperta molti critici. Spiccano, soprattutto, i dettagli del campo visivo e i mini filmati della storia.

Il gioco è stato pluripremiato sia come Gioco dell’Anno ai “The Game Award” del 2020 in molte categorie e candidato alla miglior direzione artistica e alla miglior colonna sonora al “GLAAD media Award” del 2021. Una particolarità che ha contribuito a far spiccare questo gioco è la possibilità, in alcuni momenti della storia, di poter suonare la chitarra seguendo uno schema di accordi. Molti musicisti hanno approfittato di questa possibilità caricando video virali su YouTube e Reddit.

Quelli che fino a pochi mesi fa erano rumors, si sono trasformati in realtà. È ufficiale, Naughty Dog in collaborazione con HBO hanno dato il via alle riprese di una serie televisiva basata sul tanto amato gioco da console. Sono state svelate anche le identità degli attori che interpreteranno i due protagonisti principali: Pedro Pascal (famoso per essere il protagonista della serie tv The Mandalorian) nel ruolo di Joel e Bella Ramsey per Ellie, c’è ancora però molta ombra sulla data di uscita della serie e su altri aspetti tecnici che a poco a poco ci verranno rivelati. Si mormora che verrà rilasciata alla fine del 2021/inizio 2022.

L’ennesima dimostrazione che un videogioco di ottima qualità non deve essere mai sottovalutato.

Valerio De Salvo

Salve a tutti! Sono Valerio, mi occupo principalmente della sezione gaming. Sono un ragazzo solare e molto positivo…adoro tanto circondarmi di persone e fare sempre nuove esperienze, non sto fermo un attimo! Devo sempre trovare qualcosa da fare. Le mie principali passioni sono la fotografia e i videogiochi ed eccomi qui per condividere quest’ultima con tutti voi!
Back to top button