Libri

Esperienze di una palermitana a Catania

La nuova indagine del vice questore Guarrasi

Cristina Cassar Scalia, nota scrittrice di romanzi gialli, ha presentato a Taobuk 2022 la sua ultima “fatica” letteraria: “La carrozza della Santa”.
Al termine dei festeggiamenti di Sant’Agata, Catania viene scossa da una notizia agghiacciante: due ragazze che si trovano in città per l’Erasmus trovano in una delle Carrozze del Senato un cadavere in una pozza di sangue. Esattamente come nei romanzi pubblicati precedentemente “Sabbia nera” “La logica della lampara” “La salita dei Saponari” “L’uomo del porto” “Il talento del Cappellano” anche in questo la figura centrale è quella dell’ispettore Vanina Guarrasi. Quest’ultima, infatti, è chiamata dal sindaco della città per indagare e cercare di comprendere le dinamiche più nascoste del caso.

Vanina è una donna dal carattere complesso, costantemente in bilico tra passato e presente, tra ironia e malinconia, riesce a imporre autorevolezza senza, però, risultare autoritaria, è capace di rendere compatto, e di conseguenza funzionale, il suo gruppo di lavoro.

L’autrice ha tenuto a sottolineare, anche in questa circostanza, il suo amore nei confronti della città di Palermo: legare il passato di Vanina a quest’ultima rappresenta quasi una “scusa” per non farne a meno. Vanina ha, infatti, trascorso gran parte della sua vita a Palermo, città che successivamente sarà costretta a lasciare per trasferirsi nella seconda “capitale siciliana”, Catania. Inizialmente vivrà un’esperienza di solitudine e introspezione, ma col tempo riuscirà a fare della città la sua comfort-zone, un mondo alternativo in grado distrarla dalla realtà che, purtroppo, ha dovuto lasciare.

Di grande rilievo è la figura del padre: un ispettore di polizia ucciso dalla mafia. Non mancano, ovviamente, i riferimenti agli eventi più cupi della storia italiana. La scrittrice ha, infatti, dichiarato di essere un’amante della storia. Ha parlato di essa come di un “vaccino” che permette di prevenire ipotetici pericoli futuri.

A Taobuk è stato attenzionato il rapporto enigmatico della protagonista con il concetto di “eterno”, definendolo doppio. Questo non rappresenta un’idea in cui credere fino in fondo: nonostante Vanina continui sempre a interagire con la fotografia del padre sa bene che questo non sarà mai abbastanza per alleviare il suo dolore.

La morte del padre segna la sua vita a tal punto che il terrore di perdere qualcun altro la perseguita costantemente. Non può correre il rischio di un’altra “lapide” nella sua vita.

All’interno del romanzo emerge anche la figura del commissario Patanè: il suo aiuto sarà indispensabile e tra i due nascerà un rapporto di amicizia e stima reciproca. Tra i due ci sono notevoli differenze anagrafiche, ma anche riguardanti la metodologia investigativa. Apparentemente sembra che costituisca un alter ego del padre di Vanina e che possa colmare il vuoto scaturito in lei dopo la sua morte.

Un romanzo che, tra misteri e intrecci terrificanti, è in grado di dare voce alle emozioni provate dalla protagonista e di far immedesimare chi legge nei suoi stati d’animo.

La storia dell’ispettore Guarrasi non è, però, ancora finita. Con grande entusiasmo la scrittrice ha annunciato un progetto che vedrà la nascita di una serie tv ispirata proprio alla sua serie di romanzi.

Alessia Chillemi

Mi chiamo Alessia. Sono molto estroversa e mi piace condividere con gli altri tutto ciò che mi accade. Amo la danza e la musica. Mi piace scrivere, stare in compagnia dei miei amici e viaggiare, esplorando sempre nuovi posti. Ho tanta voglia di vivere e amo mettermi in gioco provando sempre nuove esperienze.

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Check Also
Close
Back to top button